MEDITO O NON MEDITO QUESTO…questo è veramente il problema?


Sempre più spesso sentiamo parlare dell’importanza della MEDITAZIONE.
Come se fosse un valore aggiunto per migliorare la nostra quotidianità.


Ed è veramente così, lo sentiamo dentro, ci appartiene dalla notte dei tempi eppure ci sfugge il suo vero potere semplicemente perché vogliamo definirla come uno strumento oggettivo quasi una medicina da prendere.

E allora è IN-DEFINIBILE?

Assolutamente no… bisogna solo “sentirne” il significato perché la risposta è dentro di noi.

LA MEDITAZIONE NON SI FA, SI E’ IN MEDITAZIONE

Come allora?

Credimi è la stessa domanda di stupore che ho avuto. La risposta non è arriva subito ma pratica dopo pratica ti si apre un mondo…il mondo della consapevolezza non pensata.

Sembra facile quando ti consigliano di zittire il ronzio incessante del pensiero razionale. Dormiamo e pensiamo. Ci laviamo i denti e pensiamo. Passeggiamo e pensiamo.

E quando ci baciamo?

In quel momento la nostra parte razionale lascia le redini al nostro vero essere…le emozioni. Tutto sembra più bello e CHIARO, è chimica che sintetizza energia positiva.

Ti può sembrare che siano divagazioni ma quando baci-amo amiamo l’altra persona e la meditazione è una forma di amore che da noi stessi si propaga per tutto il mondo e i mondi possibili.

AMARE CI FA SENTIRE PERSONE MIGLIORI

Lo sapevano gli antichi popoli, quando il silenzio non era lusso e si potevano auscultare i messaggi dell’universo.

Ancora oggi ne possiamo godere solo che è più difficile ma non impossibile.
Bisogna solo allenarsi cioè imparare a meditare.

Per esperienza personale mi sono affidata ai principi di Sahaja Yoga secondo cui tutti noi siamo dotati di un’energia interiore, chiamata kundalini, che se risvegliata ci permette di connetterci con l’universo.

Shri Mataji Nirmala Devi, colei che ne ha tramandato la pratica e i principi,
sostiene che meditare significhi:

  • conoscersi
  • migliorarsi
  • evolversi

Tutto ciò avviene tramite “attimi di riflessione” che decidi tu di intraprendere come e quando vuoi.

Ogni cultura ha la sua pratica da consigliarti, cambia la forma non la sostanza.
In questo caso, Sahaja Yoga propone esercizi semplici che aiutano a rimuovere lo stress e acquisire quel silenzio mentale che dona gioia, pace e benessere.

Spunti pratici per iniziare a meditare

Un consiglio è di cercare nella tua città il gruppo che ti accoglierà a braccia
aperte per iniziare a praticare con chi può spiegarti le varie procedure e i
concetti che sono alla base. E poi condividere rende tutto più bello.


Se non si ha tempo oppure si è troppo lontani è possibile iniziare a familiarizzare tramite yogafacile.it, un portale semplice che in pochi passi di permette di praticare in piena autonomia.

Se sei nella zona di Roma puoi anche praticare lo Yoga a villa Pamphili e vivere una piacevole esperienza di relax anche nella capitale.

Oppure, se sei un imprenditore o vuoi semplicemente svuotare la mente prima di un incontro o di una riunione importante puoi ascoltare questo audio corso per Imparare e meditare (è in formato .mp3 e puoi ascoltarlo ovunque)


Chiunque tu sia o fai hai il potere di fermare ciò che ti nuoce. Spesso non la facciamo perché non sappiamo riconoscerlo.
La meditazione ci insegna a comprenderci e a porre rimediamo senza bisogno di medicine o di percorsi terapeutici.

Siamo stati creati per ascoltare e ascoltarci.

Iniziamo con noi stessi, iniziamo con la meditazione.

Laura Malangone – operatore del benessere ed esperta in massaggi

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.