Usabilità : la storia dell’usabilità del software

Quante volte avete sentito parlare di usabilità di un software, di un programma? Penso abbastanza spesso. E quante volte vi siete chiesti ma cos’è? Come la si può definire? Quando si è cominciato a parlare di usabilità?

 

Beh! In questo e nei successi articoli cercherò di dare una risposta a tutte le vostre domande su questo argomento. 

Iniziamo con il rispondere all’ultimo quesito:

Quando si è cominciato a parlare di usabilità?

L’interesse verso l’usabilità è iniziato negli anni ’80, in concomitanza con la maggiore potenzialità espressiva e comunicativa delle interfacce grafiche GUI (Graphical User Interface). In passato tra i primi mezzi di comunicazione uomo-computer si ricordano le schede perforate, lette da un particolare hardware, e i tabulati cartacei,con un’interazione lenta e complessa.

L’interfaccia grafica attualmente è il mezzo più efficace e veloce di comunicazione tra uomo e computer, o meglio tra gli uomini attraverso il computer. L’evoluzione tecnologica facilita la produzione di oggetti usabili.

L’usabilità è quindi un concetto evolutivo e si perfeziona proporzionalmente alle intuizioni e alle capacità tecnologiche del produttore.

L’interfaccia deve essere user-friendly (di facile utilizzo) anche perchè spesso è l’unica parte del sistema con cui l’utente entra in contatto.

Tutti i metodi orientati alla semplicità dell’uso del software vanno sotto il nome di usabilità ( o anche di Human Factor ed Ergonomia del software) e derivano da una serie di studi e attività svolti in questi ultimi anni in sinergia tra informatici e psicologi.

L’efficacia si raggiunge ponendo l’utente al centro della progettazione. Negli anni ’80, Norman, definiva lo “user centred design“, ancor’oggi modello di riferimento per l’usabilità.

La valutazione dell’usabilità è un’attività specifica, oggetto di nuove professioni. La centralità dell’utente emerge sempre più decisamente nel mondo informatico. 

Nessun commento

  1. 9 gennaio 2010 alle 13:52

    Complimenti per il tuo articolo Maria Grazia! Non sapevo che l’usabilita’ fosse nata negli anni 80, pensavo fosse più recente. Interessante.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.