Da studi recenti risulta che è in aumento il malessere psico-fisico da lavoro, ovvero tutte quelle piccole sensazioni che sommate creano stress e che danneggiano il corpo e la mente.

I sintomi sono lievi ma in alcuni casi dannosi, proprio per la mancanza di evidenza. Non bisogna cadere nell’allarmismo ma un po’ di consapevolezza fa sempre bene.

Sempre più persone soffrono di questi sintomi che sono riconoscibili da piccoli indicatori, ecco perchè gli studiosi stanno approfondendo le cause e i rimedi. Intanto segnalano i principali sintomi.

Vediamo quali sono:

  • insofferenza nell’andare a lavoro
  • disinteresse alle attività lavorative
  • propensione al pettegolezzo
  • nervosismo ed aggressività
  • sensazioni di inutilità
  • calo delle performace lavorative
  • confusione organizzativa
  • assenza o diminuzione della propositività
  • rispetto formale delle regole
  • propensione all’assenteismo

Un commento

  1. Alfonso Musella-Reply
    30 luglio 2013 alle 08:40

    Nell’elenco dei sintomi descritti e per il lavoro troppo oneroso che ho svolto nella vita, ho provato il sintomo della stanchezza e del nervosismo senza mai sfociare in aggressività,credo di essere una persona perlomeno equilibrata. Ho la mia filosofia della vita che l’uomo deve essere preso per il c…. e non per il petto e inoltre mi attengo a delle regole che dovrebbero attenersi tutti e sono:educato con tutti, socievole con molti, tollerante con molti, intimo con pochi, amico uno solo se ho la fortuna di trovarloe infine, non farsi nemico con nessuno.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.