L’uomo si distingue dagli animali perchè oltre ad usare l’istinto usa anche il cervello e l’intelligenza che gli hanno permesso di evolversi e di “governare” il mondo.

Ma allora come mai il cervello dell’uomo ha tanti meccanismi che gli impediscono di ragionare con logica e rigore?

Sfatiamo un mito
L’uomo non è quell’essere così razionale come si vuol credere. Molto spesso i suoi ragionamenti e le sue azioni sono totalmente illogiche ed approssimate.

L’irrazionalità è da attribuire alla presenza di passioni ed emotività, che nel bene e nel male lo spingono a risolvere i problemi col cuore e con i sentimenti, invece che col cervello e con i metodi.

L’uomo è “predisposto” a sbagliare ed a commettere errori. Ciò non avverebbe se fosse totalmente razionale e logico.

Cerchiamo di capire meglio.
La soluzione dei problemi
Ogni qualvolta ci troviamo di fronte ad un problema da risolvere, il nostro cervello si trova a dover compiere una serie di valutazioni, calcoli, previsioni, elaborazioni di ricordi, ecc.

Nel fare tutte queste attività, la mente lascia spazio a sensazioni che non rientrano nell’impostare la soluzione con metodo scientifico ma si basano più su impressioni che su obiettività e su sensazioni più che regole.

Ecco dove l’irrazionalità vince sulla razionalità e dove l’errore prevale sulla logica.

Chernobyl e l’irrazionalità
Sembra assurdo quanto appena detto ma ti basti pensare che dalle indagini fatte per identificare le cause dell’incidente nucleare di Chernobyl, risulta che prima dello scoppio, i tecnici avevano commesso ben 71 errori nell’applicazione delle normali misure di sicurezza.
Ben 71. Eppure erano tutti esperti. Eppure erano regole già previste.

 

Come l’irrazionalità ha frenato il progresso
Per i motivi appena detti, tutte le scienze che hanno un grado alto di presenza di “irrazionalità” sono poco progredite, rispetto ai risultati e benefici che si potevano avere.

Ad esempio la politica è rimasta molto indietro con scoperte e metodi per risolvere problemi, in quanto sono presenti molti interessi personali ed emozioni. Siamo andati sulla Luna con navicelle tecnologicissime ma non abbiamo ancora risolto problemi molto più gravi ed urgenti come povertà, inquinamento, ecc.

Abbiamo creato computer potentissimi partendo dal vivere nelle caverne ma non abbiamo trovato soluzioni alla criminalità o discriminazioni, ecc.

Quanti politici creano leggi e ne verificano, dimostrando, l’effettiva validità?

La matematica, per esempio, ha pochissima irrazionalità ed è attuabile con metodi scientifici e dimostrabili.

Un risultato o è esatto o è sbagliato. Non si scappa.

Ecco perchè, pur essendoci nuove applicazioni oggi, la matematica si è evoluta a tal punto che è possibile calcolare al millesimo i risultati di calcoli per applicazioni delicatissime come il passaggio di una grossa meteora vicino alla Terra in anticipo di anni…se non di secoli.
Un primo passo verso la razionalità o verso l’irrazionalità?
Ogni volta che applichiamo il metodo scientifico, riduciamo la possibilità di cadere in errore e di essere irrazionali trovandoci di fronte a soluzioni non previste.

Ovviamente non parliamo di arte, pittura, musica o letteratura, dove il cuore ci fa sentire quelle belle sensazioni che non sappiamo da dove vengono…non possiamo spiegare…sono appunto, così belle e irrazionali. 🙂

 

 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.