Formattazione condizionale in excel

La formattazione condizionale è un metodo che permette di interpretare i dati più facilmente, cambiando aspetto a seconda del loro valore. Questo metodo è detto condizionale perchè i dati devono soddisfare determinate condizioni. Si ricorra ad un esempio.

Si prenda in considerazione la tabella sottostante dove nella colonna L, quella dei risultati finali, sono presenti promossi, bocciati e rimandati di un’ipotetica classe di 10 alunni.

Si desidera evidenziare in verde e grassetto i promossi, in rosso e grassetto i bocciati e in giallo e corsivo i rimandati.
Per fare questo è necessario selezionare la colonna del Risultato finale, più precisamente l’intervallo di celle L3:L12, e poi dal menu Formato, scegliere Formattazione condizionale.
Si apre, così, l’omonima finestra, nella quale, in alto, vi sono quattro caselle.

La prima casella a sinistra, dove è presente la dicitura, il valore della cella è, deve rimanere inalterato; invece, nella casella accanto occorre scegliere, dall’elenco, uguale a; infine, nell’ultima casella bisogna cliccare sul pulsante posto a destra della stessa in maniera tale da ridurre le dimensioni della finestra e avere la possibilità di selezionare nella colonna L, quella del Risultato finale, la condizione desiderata, nel nostro caso L3, cioè Promosso.
In alternativa, è possibile digitare direttamente, nella casella, =”Promosso”.

Adesso, si può cliccare sul pulsante Formato. Nella finestra Formato celle, nel riquadro Stile, si scelga Grassetto, poi si clicchi sulla linguetta della casella Colore, scegliendo dalla tavolozza, il verde. Dopo aver eseguito queste due operazioni si prema Ok.
Per aggiungere le altre due condizioni è necessario cliccare sul pulsante Aggiungi >> della finestra Formattazione condizionale e ripetere ciò che è stato descritto in precedenza, partendo dalla casella, il valore della cella è, condizione2, che deve rimanere, anche in questo caso come nel successivo, inalterato. Bisogna ricordarsi che per quanto riguarda i rimandati, nella finestra Formato celle, occorre scegliere il corsivo e non il grassetto. Infine, bisogna premere il pulsante OK

Nel foglio di lavoro i dati presi in considerazione saranno maggiormente evidenti.
Questo esempio è soltanto una dimostrazione di quanto possa essere utile la formattazione condizionale in una tabella con un gran numero di informazioni.

Nessun commento

  1. Giacinto-Reply
    19 maggio 2010 alle 15:16

    I risultati finali non vengono (excel 2003) e la colonna M non l’ho capita.
    Dove ho sbagliato?
    Molte grazie.
    Giacinto

  2. gerardo-Reply
    19 maggio 2010 alle 22:21

    Ciao Giacinto, innanzitutto ti ringrazio per aver commentato il mio articolo. In effetti, la colonna interessata alla formattazione condizionale è la colonna L e non la M. Ho commesso un errore di battitura che provvedo subito a correggere. Per il resto la procedura descritta ti permetter? certamente di giungere al risultato finale.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.