Ecco come assumono i datori di lavoro e i cacciatori di teste oggi

Oggi i “nuovi datori di lavoro” usano i nuovi sistemi web. Ma quali sono i più usati? Quali vantaggi e rischi si corre ad usarli? Vediamolo insieme…
 
E’ finta l’era in cui solo il passaparola, la sola segnalazione delle agenzie di reclutamento del personale o anche la ricerca delle stesse aziende trovano dipendenti e collaboratori.

Secondo uno studio recente i social network stanno cambiamdo il modo di fare carriera, infatti circa il 70% dei manager li usa come strumento di ricerca lavorativa.

 
Una larga scala di cacciatori di teste prima del colloquio cerca su Google o su altri motori di ricerca i potenziali candidati.

Se sul tuo blog, sito o sul tuo social network preferito ti diverti a raccontare un po’ di “fatti tuoi”, fai attenzione che sul web non ci sia alcuna informazione che possa minacciare la tua candidatura.

 
 
Vantaggi e svantaggi
Il vantaggio più grande di chi usa i social network è la visibilità ma dualmente lo svantaggio maggiore è la mancanza di privacy e l’eventuale mancanza di completezza di alcune informazioni utili all’attività professionale.
 
E’ recente la notizia di una donna che è stata licenziata perchè beccata dai colleghi su facebook mentre stava a casa in malattia.

Chiunque può vedere le informazioni altrui ed usarle per confronti o verifiche oltre che per valutare prima dell’effettivo colloquio.
Ad esempio è meglio evitare di pubblicare indirizzo e numero di telefono.

E’ importante ricordare che nessun contenuto online è davvero privato quindi è meglio evitare di pubblicare le tue foto in una festa dove ti dai alla pazza gioia. 🙂

 

Quali strumenti usano i cacciatori di teste?

I migliori siti per trovare lavoro o avanzare di carriera sono:
 
www.linkedin.com   (il capostipite con 30 milioni di utent)
 
www.Xing.com        (con 7 milioni di utenti)
 
www.Viadeo.com    (con 7 milioni di utenti)
 
 
…oltre il famoso Facebook.

Tu in quale di questi sei presente? Su quali ti questi ti può arrivare la proposta di un contratto miliardario?
 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.