A questo punto una domanda sorge spontanea: “Ma a che punto siamo con l’e-learning nel nostro bel Paese?”

Beh! In nostro aiuto arrivano i dati forniti dall’ Osservatorio ANEE/ASSINFORM sull’E-learning del novembre 2006, l’ultimo effettuato su questo argomento.

Basandoci su questi dati procederemo con lo studiare le tendenze in atto sul mercato.

L’indagine dell’Osservatorio sell’E-learning 2006 si è posta l’obiettivo di analizzare il grado di adozione e le caratteristiche di utilizzo dell’e-learning da parte di una molteplicità di soggetti italiani interessati, raggruppati in questi quattro gruppi:

  1. piccole, medie e grandi aziende
  2. pubblica amministrazione
  3. università
  4. scuola

In particolare, la ricerca si è posta tra i propri obiettivi:

  • l’analisi delle modalità di approccio degli utenti-clienti all’elearning
  • l’impatto generato dall’adozione di progetti di e-learning sull’organizzazione
  • i vantaggi e i limiti di tale modalità formativa
  • le sfide future

Ma in che modo, l’Osservatorio, ha raccolto questi dati?

Metodologie di raccolta dati:

  • analisi di materiale informativo sull’e-learning ricavato dal Web, convegni, brochure aziendali, testi, ricerche, articoli e pubblicazioni varie, eventi
  • site watching dei principali fornitori di contenuti, servizi, tecnologia e consulenza nel mercato italiano dell’e-learning. In questa fase sono emersi i principali modelli di business utilizzati dalle aziende erogatrici (sviluppatori di piattaforme e strumenti software, sviluppatori di contenuti su misura/consulenza, centri di formazione virtuali, global e-learning service providers), i segmenti strategici di offerta su cui l’azienda si è concentrata (Contenuti, Servizi, Tecnologia e Consulenza), le forme di erogazione adottate (contenuti a catalogo o contenuti ad hoc e consulenza, oppure entrambe le soluzioni) e le principali tecnologie utilizzate
  • questionari di indagine quantitativi e qualitativi rivolti ai rappresentanti della domanda e dell’offerta
  • interviste telefoniche con i responsabili della formazione delle aziende che compongono il campione della domanda
  • incontri face-to-face

 

Nei prossimi articoli verrà fornita una breve sintesi delle metodologie di ricerca adottate dai quattro gruppi analizzati.

Alla prossima! Vi aspetto!

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.