Avere a disposizione dei buoni appunti è indispensabile per studiare, assimilare e riformulare, ma come si prendono correttamente gli appunti? A cosa serve veramente prendere appunti?

Molti studenti e professionisti hanno necessità di prendere appunti  e “mettere nero su bianco” durante una lezione, un corso o un incontro di lavoro. Non tutti, però sanno trascrivere buoni appunti. Spesso non vengono nemmeno riletti.

Vediamo come scrivere note efficienti, grazie ad alcuni semplicissimi ma utili consigli.


Perchè è importante prendere appunti?

Ecco i principali motivi:

  1. Per fissare nella mente le informazioni. Se non scrivi molti concetti, se non tutti, tenderanno a sfuggirti. Non sempre si ascolta memorizzando.
  2. Per mantenere alta la concentrazione. Per scrivere su un foglio la tua attenzione deve necessariamente essere ad un buon livello, quindi sarai costretto a stare attento.
  3. Per verificare subito se hai compreso quanto appena ascoltato. Nella fase di scrittura, il tuo cervello deve avere già capito, pertanto potrai sapere subito se il concetto ti è chiaro o meno.
  4. Per aggiungere ed integrare il tuo futuro studio con altre informazioni utili. Il libro di testo non sempre riporta alcuni concetti o dati utili o aggiornati.
  5. Per rendere più rapido l’apprendimento. Avendo già formulato gran parte di quanto hai ascoltato sarà più semplice e veloce studiare una volta conclusa la lezione o l’incontro di lavoro.

Un piccolo segreto per gli studenti
Prendere appunti ti permetterà anche di gratificare il professore che apprezzerà sentirsi ripetere frasi o citazioni illustrate durante il corso. Dimostri di aver partecipato al corso, di aver ricordato quanto lui ha detto e sarai più certo che quello che hai imparato grazie agli appunti, sarà molto probabilmente quello che il professore ricorda meglio.

Come prendere ottimi appunti
Molti dichiarano di aver difficoltà a seguire e nello stesso tempo scrivere su carta. Altri confessano che non sempre si riesce a cogliere i punti essenziali di un discorso. Ma allora come fare?

La pratica e l’allenamento sono il miglior metodo, tuttavia si possono seguire questi semplici consigli:

  1. non pretendere di scrivere tutto. Non sei un registratore;
  2. fai attenzione ai toni di voce del professore o del tuo interlocutore. Le parole, le frasi e i nomi messi in risalto, sono elementi essenziali che vanno scritti;
  3. usa un linguaggio sintetico. Puoi anche omettere alcuni verbi inutili, usare parole chiave ed iniziali di nomi. Non occore scrivere poesie, basta  elencare i concetti, perchè la rifinitura avverà dopo;
  4. usa le abbreviazioni e sigle;
  5. prendi appunti tenendo presente che servono anche per velocizzare lo studio, pertanto cerca di schematizzare il più possibile i concetti
  6. usa disegni, frecce, riquadri, punti, colori, ecc. Ti faranno risparmiare tempo e ti aiuteranno a memorizzare meglio;
  7. impara a scrivere i TUOI appunti e non delegare altri a farlo. Il modo di elaborare, comprendere ed associare è diverso da ogni persona. Gli appunti sono personali. Una semplice consultazione sugli appunti dei colleghi va bene, ma non abusare. 😉
  8. non far passare troppo tempo da quando hai scritto gli appunti e quando li riorganizzerai perchè alcuni concetti li perderesti perchè non potresti completarli con la tua memoria.

Per concludere
Vedrai che seguendo questi consigli riuscirai ad affinare sempre più il tuo metodo per prendere degli appunti perfetti ed veramente utili che ti faranno risparmiare un sacco di tempo e ti abitueranno a memorizzare più velocemente.
 

Un commento

  1. 16 dicembre 2013 alle 17:46

    Consigli utilissimi grazie tanto.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.